Lector In Invidia

La stampa non è più così un mistero se ad analizzarla c’è la nostra redattrice Attilia Patri. L’attualità, invidiosa al punto giusto, non è mai stata così interessante.

Una di quelle, 20 febbraio 1958

Partendo dal libro-documento Lettere dalle case chiuse, Attilia Patri ripercorre i momenti prima dell’approvazione della Legge Merlin, il 20 febbraio 1958. Dalla parte delle donne, sempre.

Ridateci almeno il Cynar

L’istituzione del Ministero della solitudine da parte del Primo Ministro Theresa May evidenzia il logorio della vita moderna.

Il vespaio di Carmen

La Carmen di Georges Bizet e il finale cambiato, con tanto di pistola che si inceppa: da che parte sta Attilia Patri?

Buon Anno!

Il buon anno di Attilia Patri, tra la sintesi di un 2017 ormai archiviato e un 2018 tutto da vivere.

Tu scendi dalle stelle, ma non è Natale

La povertà offende chi non la vive: Attilia Patri parte dal rapporto Istat sulla povertà per raccontare l’altro Natale, quello che transita per Cossato, Carmagnola, Como ma è vicino a noi più di quanto vogliamo vedere e soprattutto ammettere.

Dal vangelo secondo Ana

La rete Pro Ana e quei suoi dogmi e diktat per riuscire a sopravvivere con una dieta da 500 calorie al giorno: Attilia Patri si addentra in un fenomeno che nel Web ha trovato una ulteriore diffusione ma che arriva da molto lontano.

Homo homini lupus

L’opera dell’uomo venduta all’asta, lo sfruttamento e la schiavitù: Homo homini lupus, la nuova graffiante riflessione di Attilia Patri.

Agenzie educative cercansi

Il cestino gettato addosso alla Professoressa del Galilei di Mirandola è l’ultimo degli episodi accaduti nelle nostre classi: prima della Buona scuola, si chiede Attilia Patri, non è meglio partire dalla Buona famiglia?

Sorella, benvenuta su Scherzi a Parte

Pull a pig, scommessa crudele e umiliazione per la vittima. Apparentemente un nuovo gioco Social in realtà una pratica dalle radici lontane.

Melania, Arvida e Katia sulla giostra del Tritatutto Mediatico

Melania, Arvida e Katia: tre donne, tre scelte, tre reazioni da tritattutto del Web. Melania che coltiva l’orto che fu di MIchelle, Arvida che rinuncia a depilarsi, Katia che realizza un video voluto dal datore di lavoro.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.