Cena con veleno

Nausicaa Baldasso La premessa alla nostra amicizia è quella di non condividere mai gli episodi felici. Le invidie sono dietro l’angolo e qualcuna del gruppo potrebbe risentirne, tornando a casa piangendo. Meglio evitare di raccontarsi cose piacevoli, tanto l’infelicità è democratica ed è in ognuna di noi.

Siamo a cena, cerchiamo per settimane il vestito o l’acconciatura migliore, il nostro scopo è comune, ed è sbalordire. Ci stupiamo di cosa siamo riuscite a recuperare e di nascosto rodiamo per non aver ottenuto la medesima preda. La mia borsa costa 1.500 euro, il mio vestito 2.000. Complimenti, è stupendo!

Sarebbe stato meglio a me che a quel catafalco.

«Dai, ragazze, organizziamo una vacanza al mare, dobbiamo divertirci come l’anno scorso!». Ah, no, l’anno scorso non siamo andate, ah sì, c’era quella cosa, sì sì, l’addio al nubilato di…

Ma quest’anno sì, quest’anno sì che ci divertiamo dai!

Brindiamo insieme, selfie e abbracci. Ci salutiamo e ci diamo appuntamento alla volta prossima, il compleanno a sorpresa. È domenica e arriva un messaggino: Sono così orgogliosa di te. Sei un’amica saggia, ho letto tutti i tuoi racconti, bravissima.

È lunedì pomeriggio e arriva un altro messaggio: Ho saputo che hanno sparlato di me.

Chi è stato?

Mancano dieci giorni e fra esattamente dieci giorni ci riuniremo nuovamente tutte alla stessa tavola, di cosa parleremo?

Nausicaa Baldasso

Nausicaa Baldasso

Laurea in scienze statistiche, finalista al concorso Emozioni in bianco e nero nel 2016 e al concorso L’aviatore delle fiabe nel 2017

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.