Come piume

Il racconto quinto classificato ex aequo di FrammentiAvari#4 – Steve McCurry
di Giorgio Rinaldi

Ma come ve lo devo spiegare? Ai bambini di Ghouta non piace volare! C’ero anch’io quel giorno, quando avete fatto volare i miei compagni. Succede sempre così, all’improvviso. Un rumore e ci sentiamo leggeri come piume legate a un palloncino rosso, e ci proviamo in tutti i modi, ci attacchiamo anche ai muri, a ogni possibile appiglio per non farci portare su, a volare. A noi non piace volare, a noi piace giocare, sporcarci le mani, saltare, rotolarci. A noi bambini di Ghouta piace correre, ci piace tanto farlo a piedi nudi, nei nostri vicoli, tra i nostri muri scrostati. Correre, ecco cosa vogliamo fare, non volare.

 

Debora Borgognoni

Debora Borgognoni

Non si è ancora del tutto abituata a ossigeno e forza di gravità, ma non demorde. Morbosamente polemica, reagisce male agli sgrammaticati.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.