FrammentiAvari#5 – Le gemelle di Dong Da

Il racconto vincitore di FrammentiAvari#5 – Nobuyoshi Araki

di Manuela Capotombolo

Il sangue ci legava. Eravamo le gemelle di Dong Da. Tutti dicevano che mia sorella avesse un dono: la sensualità di nostra madre. Nessuno vedeva il mio male: la morbosa gelosia per lei. Ad Araki bastarono pochi scatti per capire: volevo essere l’unica. Invece eravamo in due, a Tokyo, nel suo studio fotografico: lei davanti, crisalide fremente, io alle sue spalle, bozzolo ancorato. Mentre la trattenevo con un abbraccio sentivo premere contro il mio seno le sue ali appena accennate. Strinsi il velo rosso intorno al suo liscio collo. Spensi con il fuoco il fuoco che mi bruciava. Sulla parete erano esposti dei ‘Flowers’: sembravano sospesi tra la vita e la morte. L’ultimo respiro. Immaginai.


VINCITRICE

Manuela Capotombolo

TITOLO 

Le gemelle di Dong Da


La motivazione della Giuria è la seguente:

Rosso come il sangue. Rosso come il lutto. Rosso e organza come la sensualità. Rosso e velato come la gelosia. E poi il fuoco, e i fiori: di rossi accesi, di rossi sussurrati. I molti simboli si rincorrono nel colore rosso, mentre prevalgono i pensieri di questa gemella che sente scoppiare dentro sé tutti i peccati capitali. È già tutto nel titolo: Le gemelle di Dong Da. Un suono morboso, trascinato nelle prime due parole con affricata postalveolare e consonante doppia, che poi batte sulle occlusive dentali con un ritmo veloce: non vi dà l’idea di un pensiero trasformato in sparo?


 Biografia dell’Autore in un Tweet:

35 anni, mamma, interessata alle fragilità dell’anima, i personaggi che invento sono per me essenziali come le tasche di certi pantaloni.


Debora Borgognoni

Debora Borgognoni

Non si è ancora del tutto abituata a ossigeno e forza di gravità, ma non demorde. Morbosamente polemica, reagisce male agli sgrammaticati.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.