Gli spaghetti del 4 luglio

GLI SPAGHETTI AI RICCI DI MARE

Questa volta la firma alla ricetta la metto io. Chiamatemi Chef Debora. Ma la dedica è tutta allo Chef Massimo, mio padre. Perché oggi è il suo compleanno (nato il 4 luglio, già), e mi è venuta in mente una storia che racconta sempre. Aveva quindici anni, e come ogni estate a luglio, trascorreva le vacanze ad Antignano con suo cugino Sergio.

È il suo compleanno, il 4 luglio del 1970, vanno in spiaggia, si lanciano dalle scogliere, si tuffano in mare e tornano a riva con un riccio. Ci prendono gusto e ne pescano altri, li mettono in una sacca e tornano in albergo. Vanno nelle cucine, cercano lo chef. «Ce lo cucini per cena?», chiedono con un accento leggermente piacentino. «Cosa c’è nella sacca, ragazzi?», chiede lui con un po’ di diffidenza. «Ricci di mare!».

Da quella sera lo chef mette in menù gli spaghetti ai ricci di mare del 4 luglio.

Volete assaggiarli anche voi? Ah, Happy BDay, Chef Massimo!

Ingredienti:

  • 250 g di Spaghetti
  • 10 ricci di mare
  • 200 d di Pomodori maturi e sodi
  • Aglio
  • Olio EVO
  • Sale e Pepe

Procedimento:

In una padella scalda l’olio e fai insaporire due spicchi d’aglio. Taglia a cubetti i pomodori e aggiungili nella padella con un po’ di acqua. Sala e pepa. Lascia cuocere a fuoco basso per circa 10/15 minuti.

Ora prepara ricci. Apri delicatamente i molluschi dividendoli a metà. Estai la polpa colorata e le uova che terrai da parte.

Nel frattempo fai lessare in acqua salata gli spaghetti. Una volta cotti al dente, gettali nella padella, a cui avrai tolto gli spicchi di aglio, aggiungi la polpa e le uova dei ricci e fai saltare per pochi secondi aggiungendo, se necessario, uno spruzzo dell’acqua di cottura.

 

Massimo Borgognoni è chef dello storico ristorante Osteria dei Pescatori. Racconta ricette ed eventi anche attraverso le pagine del suo blog: Parliamone in un Blog.

 


Debora Borgognoni

Debora Borgognoni

Non si è ancora del tutto abituata a ossigeno e forza di gravità, ma non demorde. Morbosamente polemica, reagisce male agli sgrammaticati.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.