Avida amante

Dal concorso PoesieSuperbe#2 – Oro come Avarizia
di Antonino Impellizzeri

Prendono il largo menzogneri ti amo
dalle scarlatte labbra di signora
che artiglia la preda gettato l’amo
e ad ogni sospiro tutto divora

Bramata nel ginepraio dei vizi
doni contentezze all’animo avaro
in quella ragna d’appetiti e sfizi
rimani fedele al solo denaro

Ammaliante mordi anche gli avanzi
sottoterra dove l’oro non splende
ruvida amante ora narri silenzi

Donna vogliosa dissimuli amore
consapevole che il fossato m’attende
e nell’ammassare il massaio muore.

Debora Borgognoni

Debora Borgognoni

Non si è ancora del tutto abituata a ossigeno e forza di gravità, ma non demorde. Morbosamente polemica, reagisce male agli sgrammaticati.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.