Bulimia

La poesia vincitrice di PoesieSuperbe – Rosa come Gola

di Francesco Balasso

mi presti un sogno
il tuo profumo di spine
in questa vita senza amore carne
e due occhi addosso, riconosco
il tuo essere rosa sadico invitante
ma senza scelta ti cado incontro
tu sei già lì ad aspettarmi
alla soglia del mio considerarmi niente
-lo specchio è una lastra
che non mi ama-
trovi solo i cardini di ciò
che non sono mai stata
mi illudi mi sazi di mancanze
e da questa porta assente
vomito tutta me stessa


VINCITORE

Francesco Balasso

TITOLO

Bulimia


La motivazione della Giuria è la seguente:

Il rosa della carne – carne di uomo, carne di donna, desiderio erotico, rifiuto del corpo, fame – diventa un messinscena dal clima estatico tra un io e il proprio doppio. Che si legge senza punteggiatura, come in un sogno confuso e a tratti disperato. Che diventa lussuria finita in tragedia, sorretta dalla mancanza di qualcosa di concreto. Uomo o cibo?


 Biografia dell’Autore in un Tweet:

Laureato in Storia dell’Arte, è insegnante, fotografo e poeta. Ha pubblicato la raccolta in versi Poesia d’annata (2018) con Conte Baldo.

Debora Borgognoni

Debora Borgognoni

Non si è ancora del tutto abituata a ossigeno e forza di gravità, ma non demorde. Morbosamente polemica, reagisce male agli sgrammaticati.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.