Cosa mi porto nel “bagaglio esistenziale”

Prima di intraprendere un viaggio, una nuova avventura esistenziale o prima di cominciare a scrivere un nuovo capitolo della trama della nostra vita, ci ritroviamo a stilare liste di cose, esperienze, propositi, intenzioni da portare via. Esse entreranno a far parte del nostro “bagaglio esistenziale” e ci accompagneranno nel nostro nuovo percorso. Ci aiuteranno ad affrontare efficacemente i momenti imprevisti, le difficoltà, i momenti di sconforto. Oppure semplicemente il nostro bagaglio esistenziale ci permetterà di rammentarci quello che siamo, perché siamo partiti, perché abbiamo deciso di intraprendere questa nuova avventura.

Quando siamo intenti a preparare il nostro “bagaglio esistenziale” veniamo invasi da un’irrefrenabile energia vitale e creativa. Ciò che più desideriamo in quel momento è vivere tutto pienamente e con intensità senza sprecare un solo attimo, senza lasciarci influenzare dai “se” o “ma” o da qualsiasi tipo di limite.  Ci sentiamo attivi, propositivi e altamente ricettivi. Abbiamo tanta voglia di fare, buttarci a capofitto in nuove esperienze di vita, dedicarci alla alle persone che contano.

Il nostro bagaglio esistenziale è ricco di questi elementi:

  • Tanto Amore: per le persone che ci stanno accanto e con le quali vogliamo fare tante cose. Sono persone speciali che ci insegnano tanto e fanno la differenza in questo mondo spietato e individualista che ci circonda;
  • Creatività a bizzeffe: da trasformare in progetti artistici che ci consentono di sentirci ricchi dentro;
  • Fervida immaginazione: ci permette di mettere “nero su bianco” parole tradotte in versi” e tutte le riflessioni dalle quali successivamente prendono forma storie, insegnamenti, esperienze di vita vissuta,
  • Un chilo e più di positività: ha il potere di farci vedere gli spiragli di Luce anche quando crediamo di brancolare nel Buio. La positività che è dentro noi stessi (di cui spesso non ce ne accorgiamo), fa da “paracadute”. Grazie ad essa nulla può scalfirci e farci crollare completamente;
  • Un efficace antidoto contro la stronzaggine e l’invidia: c’è troppa cattiveria in giro e sapete che c’è? C’è troppa gente insoddisfatta e infelice che riversa sugli altri le proprie frustrazioni in maniera gratuita e insana. Se sei felice la gente ti teme, ti mette i bastoni tra le ruote, fa di tutto per sminuirti o metterti in difficoltà. Sono veramente pochi quelli che meritano di essere considerati “amici” e che sanno gioire e soffrire con te;
  • Un pieno di libri da leggere e scoprire: perché sono “compagni fedeli” e dei quali la mia mente si alimenta continuamente. Essi ci forniscono innumerevoli insegnamenti e imput creativi di cui bisogna farne tesoro;
  • Un quintale di coraggio: per metterci in gioco e superare qualsiasi tipologia di limite o “schema mentale” che non ci consente di evolverci e diventare ciò che siamo.

Questa suddetta è una lista bella ricca e sufficiente per affrontare l’avventurosa quotidianità. Il resto è solo frivolezza, stupidità, superficialità. Non dimentichiamoci mai che i progetti si concretizzeranno solo se c’è volontà e positività. Queste due alleate non devono mai smettere di accompagnarci ovunque.

Prima di intraprendere un viaggio, una nova avventura esistenziale o prima di cominciare a scrivere un nuovo capitolo della trama della nostra vita, ci ritroviamo a stilare liste di cose, esperienze, propositi, intenzioni da portare via. Esse entreranno a far parte del nostro “bagaglio esistenziale” e ci accompagneranno nel nostro nuovo percorso. Ci aiuteranno ad affrontare efficacemente i momenti imprevisti, le difficoltà, i momenti di sconforto. Oppure semplicemente il nostro bagaglio esistenziale ci permetterà di rammentarci quello che siamo, perché siamo partiti, perché abbiamo deciso di intraprendere questa nuova avventura.

Quando siamo intenti a preparare il nostro “bagaglio esistenziale” veniamo invasi da un’irrefrenabile energia vitale e creativa. Ciò che più desideriamo in quel momento è vivere tutto pienamente e con intensità senza sprecare un solo attimo, senza lasciarci influenzare dai “se” o “ma” o da qualsiasi tipo di limite.  Ci sentiamo attivi, propositivi e altamente ricettivi. Abbiamo tanta voglia di fare, buttarci a capofitto in nuove esperienze di vita, dedicarci alla alle persone che contano.

Il nostro bagaglio esistenziale è ricco di questi elementi:

  • Tanto Amore: per le persone che ci stanno accanto e con le quali vogliamo fare tante cose. Sono persone speciali che ci insegnano tanto e fanno la differenza in questo mondo spietato e individualista che ci circonda;
  • Creatività a bizzeffe: da trasformare in progetti artistici che ci consentono di sentirci ricchi dentro;
  • Fervida immaginazione: ci permette di mettere “nero su bianco” parole tradotte in versi” e tutte le riflessioni dalle quali successivamente prendono forma storie, insegnamenti, esperienze di vita vissuta,
  • Un chilo e più di positività: ha il potere di farci vedere gli spiragli di Luce anche quando crediamo di brancolare nel Buio. La positività che è dentro noi stessi (di cui spesso non ce ne accorgiamo), fa da “paracadute”. Grazie ad essa nulla può scalfirci e farci crollare completamente;
  • Un efficace antidoto contro la stronzaggine e l’invidia: c’è troppa cattiveria in giro e sapete che c’è? C’è troppa gente insoddisfatta e infelice che riversa sugli altri le proprie frustrazioni in maniera gratuita e insana. Se sei felice la gente ti teme, ti mette i bastoni tra le ruote, fa di tutto per sminuirti o metterti in difficoltà. Sono veramente pochi quelli che meritano di essere considerati “amici” e che sanno gioire e soffrire con te;
  • Un pieno di libri da leggere e scoprire: perché sono “compagni fedeli” e dei quali la mia mente si alimenta continuamente. Essi ci forniscono innumerevoli insegnamenti e input creativi di cui bisogna farne tesoro;
  • Un quintale di coraggio: per metterci in gioco e superare qualsiasi tipologia di limite o “schema mentale” che non ci consente di evolverci e diventare ciò che siamo.

Questa suddetta è una lista bella ricca e sufficiente per affrontare l’avventurosa quotidianità. Il resto è solo frivolezza, stupidità, superficialità. Non dimentichiamoci mai che i progetti si concretizzeranno solo se c’è volontà e positività. Queste due alleate non devono mai smettere di accompagnarci ovunque.

 

Fabio Muzzio

Fabio Muzzio

Comunica per passione o per deformazione, professionista in fermento e dj ormai mancato. Ironicamente umanista, mediamente fatalista.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.