Das: Fantomatologia

DAL MICRO AL MACRO AI FENOMENI DEL REALE. Ugo La Pietra, Stanza, Evelina Domnitch e Dmitry Gelfand

Dal 31 gennaio al 6 aprile 2019 CUBO di Bologna promuove la seconda edizione di das – dialoghi artistici sperimentali, la rassegna dedicata al dialogo artistico e culturale sui temi della contemporaneità, che nasce come territorio di confronto – di contenuti, tecniche, linguaggi – fra i maestri dell’arte contemporanea, già storicizzati, ed esponenti della new generation.

Il progetto Fantomatologia. Dal micro al macro ai fenomeni del reale a cura di Marco Mancuso, Daniela Tozzi e Ilaria Bignotti, presentato quest’anno per das, si articola attraverso due differenti linee di azione. Da un lato suggerisce una possibile evoluzione della proposta artistica di CUBO, che prosegua la ricerca condotta negli ultimi anni e induca un’analisi più profonda sul rapporto tra tecnologia, indagine scientifica e dialogo identitario tra l’essere umano e l’ambiente che lo circonda. Dall’altro, decostruisce le modalità espositive classiche dell’arte contemporanea e di narrazione della New Media Art, muovendosi in maniera fluida tra elementi installativi, restituzioni performative e apparati teorici e dialogici.

Gli artisti chiamati a interpretare questi 4 concetti sono Ugo La Pietra, storico protagonista dei linguaggi radicali, della cultura architettonica, urbana e del design italiano in dialogo con il media artist britannico STANZA e il duo bielorusso/russo di science art Evelina Domnitch e Dmitry Gelfand.

L’intera rassegna vuole osservare l’ambiente secondo 4 punti di vista diversi:

  • L’ambiente Tecnologico e il flusso di dati sopra di noi, che ci sovrasta
  • L’ambiente Sub-Atomico che ci sottende, ciò di cui ogni cosa è costituita
  • L’ambiente Fenomenologico che ci circonda, il livello invisibile in cui siamo immersi
  • L’ambiente Urbano e Architettonico, che cresce intorno a noi, la sua complessità strutturale e sociale

La rassegna das CUBO sceglie come momento inaugurale la settimana dell’arte contemporanea a Bologna e comprende una serie di appuntamenti per tutte le età a confermare la sua versatilità:

Giovedì 31 gennaio

ore 18:00 / Inaugurazione Fantomatologia

Venerdì 01 febbraio

ore 16:00 / Laboratorio teen Play-makers/the nemesis pins in collaborazione con Fablab Bologna

ore 18:30 / Talk L’ambiente fenomenologico: una energia invisibile.Immersioni e Fenomeni dell’arte contemporanea, partecipano Ariane Koek, Alfredo Cramerotti e Ugo La Pietra, moderano Marco Mancuso e Ilaria Bignotti.

Sabato 02 febbraio

ore 16:00 / Laboratorio junior La città di carta/Ambientazione urbana in collaborazione con Articolture.

ore 18:00 / Experience workshop Le immersioni come esperienza. Due momenti generati da Le immersioni di Ugo La Pietra con Lucia Longhi e Matteo Galbiati, in collaborazione con Espoarte Magazine.

ore 21:30 / Live performance Force Field L’ambiente subatomico, di Evelina Domnitch e Dmitry Gelfand, Italian première in Unipol Auditorium.

Domenica 03 febbraio

ore 17:30 / Meet the artist con Evelina Domnitch e Dmitry Gelfand, introduce Marco Mancuso.

Mercoledì 20 marzo

ore 17:30 / Talk L’ambiente architettonico e sociologico: il dato sensibile. Nuove strutture urbane, culturali e sociali, partecipano Bertram Niessen, Salvatore Di Dio, Paolo Rigamonti, modera Daniela Tozzi.

CUBO è il museo d’impresa del Gruppo Unipol, uno spazio dove la cultura viene condivisa. Raccontiamo il patrimonio, la storia di Unipol e il ruolo sociale dell’assicurazione con il linguaggio della cultura e dell’arte, consapevoli che la cultura è il principale strumento di sviluppo, inclusione e dialogo sociale.

 

 

 



Debora Borgognoni

Debora Borgognoni

Non si è ancora del tutto abituata a ossigeno e forza di gravità, ma non demorde. Morbosamente polemica, reagisce male agli sgrammaticati.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.