Febbre di neve

Febbre di neve,
in bufere di giorni mai avuti
siamo condensa al vetro opaco
predestinato inverno
siamo odore di tracce dove
anche il corpo si regge rampicante.

Empirei,
empirei d’istanti da non colmarsi
siamo pelle che s’interseca e trema
un occhiello di rosa
nel bruno insano che sciupa la notte.

 

Rita Stanzione

Rita Stanzione

In versi, prova a dare sbocco al pensiero sospeso. O anche il contrario. Su tutto, cerca la poesia per superare il senso del razionale.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.