Fons et origo mali

Dal concorso PoesieSuperbe#3 – Rosa come Gola
di Rita Stanzione

Il corpo fa dell’abbondanza
dimora del godere
a sfregio di ordinate trame.
Un meccanismo rosa
trattiene presa satura
al palato,
consumazione sapida
che guasta dentro
promiscua a pelle tesa.
Rosa da rigettare
a ribollii di palta,
da biasimo incarnato -questo
all’ostensione, patetico desio
ch’è vasto di abbandono
eppur non basta.

Debora Borgognoni

Debora Borgognoni

Non si è ancora del tutto abituata a ossigeno e forza di gravità, ma non demorde. Morbosamente polemica, reagisce male agli sgrammaticati.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.