Gesto minimo

(Gesto minimo, poesia di Francesco Balasso)

io non so che guardarti
con vele bianchissime
ti vorrei chiedere
un amore cristallino
tutto da cercare per bene
quello dei coralli rossi
dei cieli lunghi dopo cena
delle pianure sterminate sul cuore
tu non parli, gli occhi ossidati
fosse sempre una notte
senza la cresta di stelle
eppure sorprendi senza parlare
semplicemente l’essenziale
il gesto minimo quanto basta
al respiro delle sopracciglia
ti porti addosso il profumo
del pane caldo
una luna silenziosa
sul tuo corpo di terra

Nota:

L’immagine di copertina è di Francesco Balasso, Gesto minimo

 

 

Francesco Balasso

Francesco Balasso

Spreme la lirica, sparge parole a coriandoli, amalgama le ombre del salotto, taglia l’aria alla julienne, aggiunge amori invisibili q.b.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.