Giacomino, il topino che voleva le ali – 11° puntata

I due si accomodarono ai piedi dell’albero. Prima di addormentarsi Giacomino disse: «Sono proprio fortunato ad avere un amico come te. Ti voglio tanto bene» e si addormentò con le zampine che abbracciavano Caligola. Durante la notte il corvo non si mosse per non disturbarne il sonno.

Quando, alla mattina, Giacomino si risvegliò, trovò delle bacche e dei frutti di bosco che Caligola aveva appena raccolto.

«Mangia, sei a digiuno da due giorni. Lo so che i topini resistono molto tempo senza cibo, ma oggi incontreremo il mago e devi essere forte.»

«Mi basta arrivare da lui per ottenere le mie ali.»

Il corvo non disse nulla. Dopo la colazione ripresero il volo in direzione dell’albero dai mille frutti.

 

La decima puntata è qui

 

Giovanni Odino

Giovanni Odino

Pilota di elicotteri in pensione, spigolatore errante in campi reali o immaginari della vita, dipinge e scrive storie, poesie, haiku e favole.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.