I ravioli di Simonetta e Cristina

Perché la gola sono confidenze e segreti tra amiche

Simonetta e Cristina si ritrovano in una piccola trattoria con una cucina casalinga e dai sapori intensi. E tra le pareti dipinte di giallo ocra, i tavoli scuri con la tovaglia a scacchi bianchi e rossi, le fotografie di una città perduta da tempo, le vecchie pubblicità di formaggi e di vino, circondate da persone, ricordi e nostalgie di storie legate all’infanzia, si confessano vite che nascondono segreti che si raccontano solo le amiche.

 

 

 

Ingredienti per 8 persone:

  • Reale di vitello 830 g
  • Farina 00 300 g
  • Cipolla 160 g
  • Semola di grano duro rimacinata 150 g
  • Carota 150 g
  • Vino bianco secco 150 cl
  • Sedano 50 g
  • Uova 6
  • Pane raffermo
  • Aglio
  • Brodo di carne
  • Grana grattugiato 50g
  • Alloro
  • Timo
  • Burro
  • Rosmarino
  • Salvia
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe
  • Vermut 6 cl
  • Soda
  • Ghiaccio
  • Arancia 2 fette

 

Procedimento:

Per la ricetta dei ravioli con sugo di arrosto, impastate la farina e la semola con 5 uova, un cucchiaio di olio e un pizzico di sale; lavorate fino a ottenere un panetto omogeneo e lasciatelo riposare coperto per 30′.

Legate il reale a mo’ di arrosto per mantenerlo in forma, conditelo con olio, sale e pepe e infornatelo in una pirofila a 180 °C per circa 1 ora e 30. Tagliate a pezzetti sedano, carota e cipolla e uniteli allarrosto a metà cottura, insieme al vino bianco, uno spicchio di aglio schiacciato e un mazzetto aromatico (alloro, rosmarino, salvia e timo).

Girate l’arrosto e bagnate, se serve, con un mestolo di brodo. Sfornate l’arrosto, eliminate l’aglio e gli aromi. Recuperate le verdure e mettetele in un recipiente con metà del sugo di cottura. Unitevi 45 g di pane, l’arrosto tagliato a pezzetti e tritate tutto nel tritacarne. Impastate con un uovo, 50 g di grana, aggiustate di sale e pepate (ripieno).

Riducete il sugo di arrosto rimasto in una pentolina per circa 30′, finché non ne rimane una decina di cucchiaiate circa. Stendete la pasta, poca per volta, in sfoglie molto sottili; tagliatele in strisce alte 7 cm, spennellatele con un po’ di acqua, poi disponetevi il ripieno in piccole noci, con una tasca da pasticciere.

Richiudete la striscia a metà, schiacciate intorno al ripieno, poi ritagliate i ravioli con una rotella dentellata. Ne dovrete ottenere almeno 120, reimpastando via via i ritagli di pasta con il panetto di pasta. Cuocete i ravioli in acqua bollente salata per 2′, conditeli in una padella con 40 g di burro fuso e grana grattugiato e completate con il sugo di arrosto.

 

Chiara Menardo ha pubblicato La mareggiata in un barattolo per Harper Collins Italia, collana eLit, 2019
Chiara Menardo

Chiara Menardo

Gioca con le parole come fossero un cubo di Rubik. O forse è soltanto alla ricerca della formula magica.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.