La torta di noci di Trip e T’Pol

Enterprise, episodio Rompere il ghiaccio (fonte YouTube)

Perché la gola è rompere il ghiaccio

Riecco Enterprise, la quinta serie tv ispirata alla saga ideata da Gene Roddenberry che offre diverse ricette: dopo la cotoletta di pesce gatto di Charles “Trip” Tucker III e il pollo al Marsala di Tavin si torna a Trip che tenta T’Pol con un dolce. Il titolo predispone alcuni passi avanti che significano conoscenza reciproca, capacità di capirsi o iniziare a farlo per ottenere quel valore di fiducia fondamentale nello spazio. Come da tradizione degli episodi targati Star Trek si intrecciano due vicende: la prima è quella di Travis e Malcoom inviati a studiare una cometa di ghiaccio e l’altra il sospetto che riguarda T’Pol, presente sull’astronave come referente del suo popolo ancora dubbioso sulle capacità umane di intraprendere i viaggi interstellari. Sarà proprio un messaggio criptato e ricevuto dal Primo ufficiale a mettere in difficoltà Trip incaricato di scoprirne il contenuto. La consuetudine che mi sono imposto è quella di rivelare il meno possibile, compreso cosa accadrà tra i due; un aspetto funzionale alla ricetta è data dalla strategia del capo Ingegnere per incuriosire l’avvenente vulcaniana: la torta di noci. E se non svelo chi fornirà l’aiuto decisivo al Capitano Archer, per salvare i due astronauti in seria difficoltà sulla cometa (in perfetta linea con il titolo dell’episodio), posso però rivelare che T’Pol cederà al profumo della torta e ne preleverà una fetta dalla dispensa della mensa, rompendo così il ghiaccio sulle abitudini alimentari dei terrestri. La ricetta è tratta dall’ottavo episodio della prima stagione: Rompere il ghiaccio, Breaking the Ice nella versione originale e andato in onda la prima volta il 27 luglio 2003 mentre in Italia è stato trasmesso il 7 novembre 2001.

Ingredienti:

  • Noci 150 g
  • Farina 00 200 g
  • Farina d’orzo 50g
  • Uova 2
  • Zucchero di canna 160g
  • Lievito in polvere 2 cucchiaini
  • Cannella 1 cucchiaio
  • Arancia scorza grattugiata 2 cucchiaini
  • Arancia succo 50 ml
  • Bicarbonato di sodio 1/2 cucchiaino
  • Sale un pizzico
  • Yogurt magro 100ml
  • Olio E.V.O. 25ml

Sciroppo:

  • Arancia succo 50 ml
  • Zucchero di canna scuro 25g
  • Arancia 2 scorze
  • Chiodi di garofano 2

 

Enterprise, episodio Rompere il ghiaccio (fonte YouTube)

Procedimento:

Se hai una buona dose di pazienza, ma se ami cucinare la dovresti possedere, sguscia le tue noci fino a ottenerne la quantità necessaria. Non tenerle intere ma tagliale in qualche pezzo e tostale in una padella antiaderente per qualche minuto: mi raccomando attenzione a non farle bruciare. Lasciale raffreddare in una ciotola in attesa di utilizzarle.

Passiamo allo sciroppo: in un pentolino versa il succo di arancia e accendi la fiamma a fuoco basso: sciogli lo zucchero versandolo poco alla volta, aggiungi le due strisce di scorza di arancia e i due chiodi di garofano, portando a ebollizione, abbassa la fiamma e cuoci per qualche minuto fino a quando non si addensa non dimenticandoti di mescolare di tanto in tanto. Lascia riposare lo sciroppo perché è ora di occuparsi dell’impasto.

Enterprise, episodio Rompere il ghiaccio (fonte YouTube)

Setaccia le due farine e versale in una ciotola capiente mescolandole al lievito, la cannella, il bicarbonato e il sale. In un’altra ciotola sbatti le due uova aiutandoti con una frusta e aggiungi prima lo zucchero, facendo in modo che si amalgami, poi versa lo yogurt, l’olio di oliva, la scorza grattugiata e il succo di arancia.

Mescola i composti delle due ciotole amalgamandoli bene e aggiungendo le noci, tenendone un terzo da parte in una teglia da 22cm. Inforna a 180° per circa 40 minuti ma regolati con le caratteristiche del tuo forno. Una volta pronta bucherella in più punti la superficie della torta e versa lo sciroppo preparato in precedenza così sia da farlo penetrare nel dolce che di averlo sulla superficie. Completa con le noci rimaste. La torta è pronta per tentare chi desideri.


Consulenza aziendale, Business plan (assistenza e/o consulenza), Check-up aziendali, Piani di comunicazione, Assistenza marketing e servizio di Social media marketing: mettendo un accento che fa la differenza.

Fabio Muzzio

Fabio Muzzio

Comunica per passione o per deformazione, professionista in fermento e dj ormai mancato. Ironicamente umanista, mediamente fatalista.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.