Lady Evil (Portrait)

Dal concorso PoesieSuperbe#7 – Viola come Superbia
di Manuela Capotombolo

sacra dea arte irriverente
pietra ametista gli occhi
senza pietà lo sguardo
secco greto la bocca
di sassi viola i denti
a manciate in acrilico
sorriso e lacrime
-succo di more amare
su gote vinaccio –
cadono a picco
nel vuoto pauroso
nel gelo che lasci

Debora Borgognoni

Debora Borgognoni

Non si è ancora del tutto abituata a ossigeno e forza di gravità, ma non demorde. Morbosamente polemica, reagisce male agli sgrammaticati.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.