Immaginaria. Logiche d’arte in Italia dal 1949

Alberto Burri, Combustione, 1961 acrilico, carta, cartoncino, vinavil, stoffa, combustione su tela cm 34 x 51

La Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni propone dal 20 dicembre 2019 al 1° marzo 2020 nella propria sede di palazzo Montani Leoni Immaginaria. Logiche d’arte in Italia dal 1949 con cui si vogliono evidenziare le esperienze artistiche di maggiore incisività avvenute in Italia dall’immediato dopoguerra del secondo conflitto mondiale fino all’avvento della cosiddetta “condizione postmoderna”, dell’era informatica e dell’avvio della globalizzazione.

La mostra propone un’attenta ricognizione di compagini artistiche aderenti a movimenti o indirizzi estetici condivisi. Per dar conto delle produzioni pittoriche e plastiche di rilievo che nella seconda metà del Novecento si sono imposte a livello nazionale e internazionale, indicando al contempo le aperture sulle culture visive di altri paesi con artisti come Fontana, Burri, Capogrossi, Afro, Cagli, Colla, Dorazio, Accardi negli anni Quaranta-Cinquanta e successivamente di Rotella, Lo Savio, Uncini, Schifano, Manzoni, Castellani, Agnetti negli anni Sessanta-Settanta, ma anche di Kounellis, Merz, Fabro, Boetti e inoltre, negli stessi anni Settanta di artisti come Spagnulo, Gastini, Carrino, De Dominicis, Alfano e numerosi altri distintisi fino al clima del ritorno alla pittura degli anni Ottanta.

 

INFORMAZIONI

Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni
Corso C. Tacito, 49 – 05100 Terni –
Tel. +39 0744 421330

 

Il Piano strategico di comunicazione realizzato da Fabio Muzzio e dedicato a imprenditori, studenti di marketing e appassionati: per acquistare clicca qui sotto.

Redazione

Redazione

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.