Parlare d’amore

L’Amore va celebrato ogni giorno e quando si parla d’amore non ci si riferisce solo e specificamente al sentimento nei confronti di una persona in particolare, ma all’amore in senso generale. È una propensione dell’animo umano, una sorta di spinta verso il sublime che ci permette di emergere dall’Abisso e sconfiggere la Morte dell’anima.

L’Amore ci rende vitali, arricchisce l’esistenza di entusiasmo e colore. Per sentirci vivi, quando ci si sveglia, bisogna sentirsi innamorati di se stessi, di ciò che si fa, del proprio gatto, dell’universo che si abita se no il grigiore ci assale e ci si inabissa. È davvero difficile parlare d’amore. L’argomento è complicato perché multi sfaccettato. Se lo si tratta con leggerezza si rischia di diventare patetici e scontati.

L’amore non è assolutamente una cosa semplice. Non è il regalo scontato che l’amato offre all’amata nel giorno convenzionale per tutti, non è un “si” davanti all’altare inteso come promessa di fedeltà, non è un’agenda ricca di date o di anniversari o weekend romantici. L’Amore è anche Libertà, passione, seduzione, dolore, sacrificio. L’Amore è tante sfumature messe insieme che quotidianamente accendono, sublimano in nostro “Io”.

Il nostro bisogno d’amare ed essere amati è intrinseco alla nostra natura umana. E smettetela di dire che l’amore è solo per i romantici, le “femminucce” o cavolate di questo genere. L’amore è un incontro tra due individualità, l’”Io” e il “Tu” che creano il “Noi” e non l’annullamento del dell’”Io” nel “Tu” perché si può essere innamorati di una persona, un ideale, una passione, un lavoro e al tempo stesso sentirsi liberi. Non esiste una concezione assoluta d’amore, ognuno con la propria storia personale ne costruisce una.

L’Amore modella costantemente la nostra natura umana perché permette di far emergere lati della nostra personalità che nemmeno credevamo ci appartenessero. L’Amore è anche Coraggio di prendersi cura dell’Altro. L’importante è lasciarsi andare, accettare questo vento che ci porta in un nuovo mondo che spesso e volentieri sfugge al nostro controllo. Bisogna lasciarsene trasportare senza paura o preclusioni.

Mary Empatika

Mary Empatika

Ribelle e sognatrice, in giro per il mondo scruta ciò che è non visibile con la sua valigia di sogni e un taccuino viola.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.