Resta un bacio di ruggine

La poesia vincitrice di PoesieSuperbe – Oro come Avarizia

di Diego Bello

serrata stiva
empia di foglie d’oro-
non passa il sole

per l’inverno perenne
resta un bacio di ruggine


VINCITORE

Diego Bello

TITOLO

Resta un bacio di ruggine


La motivazione della Giuria è la seguente:

Il ritmo cadenzato dalle allitterazioni e dai suoni fricativi ci fa scivolare in una sorta di ninnananna molesta. Il tema dell’avarizia viene espresso più da questa, che dalla mancanza di sole descritta. È una poesia che argina emozioni, che trattiene vita, che fissa un’immagine fredda, il cui acme è un bacio che non può essere dato.


 Biografia dell’Autore in un Tweet:

Diego Bello è nato a Brindisi nel 1960. Appassionato di poesia, nel 1996 pubblica la sua prima raccolta, con il titolo Necessita volare.

Debora Borgognoni

Debora Borgognoni

Non si è ancora del tutto abituata a ossigeno e forza di gravità, ma non demorde. Morbosamente polemica, reagisce male agli sgrammaticati.

1 commento

  • Giovanni Odino
    11 Nov 2018 a 18:16

    Molto, molto bella. Mi è piaciuto anche l’uso ambiguo della parola “empia”: Sacrilegio e Pienezza. La stiva PIENA di foglie d’oro e allo stesso BLASFEMA.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.