Settembre: è ora di riprogrammarsi

Benvenuto Settembre, un mese che mi ha sempre entusiasmato e che spesso ha segnato l’inizio di nuovi progetti creativi. Sì, perché a Settembre si respira nell’aria una voglia di fare in contrasto con la pigrizia che ha contraddistinto i mesi precedenti. Arriva Settembre e le attività che avevamo smesso di fare o la cui esecuzione si era rallentata ricominciano.

Ci si sorprende nel stilare liste di nuovi propositi e progetti come ad inizio anno. Si focalizza l’attenzione su quello che vorremmo fare nel concreto nei prossimi mesi. Ho sempre visto il mese di Settembre come il mese ideale per fare il pieno di nuove ispirazioni e mettere a frutto le buone intenzioni. C’è chi fa fatica a riprendersi dopo le vacanze e le pigre e al tempo stesso allettanti giornate estive in cui una parte di noi si lascia andare e rimane sopita. Certo, può essere traumatico ripartire, ritornare alla routine, alle attività frenetiche che ogni giorno ci costringono a non stare un attimo fermi e goderci quello che stiamo vivendo.

Gli psicologi chiamano questo sentirsi destabilizzati, tristi e depressi “sindrome dal rientro delle ferie”. Si stima che un italiano su due ne soffra. A rendere questa condizione psicologica più acuta è la tendenza che molta gente ha di non rendersi conto che anche al rientro dalle vacanze è possibile fare cose interessanti e stimolanti. Bisogna solo volerlo perché è grazie alla forza di volontà che si trova il modo di gestire il proprio tempo vitale.

Gli stimoli creativi e le passioni devono trovare “terreno fertile” anche nella quotidianità. Basta entrare nella condizione di accogliere nelle proprie giornate (non sono poi tanto drammatiche se imparate a vederle sotto una nuova prospettiva) novità, occasioni, possibilità per imparare cose nuove, conoscere persone nuove, spunti di riflessione e ispirazioni inedite. Piuttosto che lagnarvi che le vacanze sono finite e che le ferie non sono state poi tanto rigeneranti come avremmo voluto, agite!

Operate nel concreto per cercare la tanto agognata felicità. Settembre è il mese che vi concede la possibilità di riprogrammarvi e tenere ritte le antenne sul mondo esterno, oltre a mettervi in discussione. Innanzitutto non abbiate paura di uscire dalla vostra comfort zone per abbracciare tutto quello che vi potrebbe far evolvere e crescere umanamente e professionalmente.

Il mio consiglio è di mettere a tacere quelle voci interiori autosabotatrici che vi limitano e vi fanno rimuginare su pensieri irrazionali e altamente negativi e tossici. Non abbiate paura di dedicarvi ad una passione accantonata, iscrivervi ad un corso che tanto desiderate, scrivere il romanzo nel cassetto, partecipare ad un concorso. Assecondate pure la vostra illimitata fame di conoscenza e novità perché Settembre è un mese tutto da programmare e riprogrammare e potrebbe riservarvi tanto se solo glielo permettiate. Sfruttate al massimo tutte le vostre energie creative per rendere questo mese un inizio emblematico, ricco di colori accesi e di eventi tutti da vivere a pieno.

 



Fabio Muzzio

Fabio Muzzio

Comunica per passione o per deformazione, professionista in fermento e dj ormai mancato. Ironicamente umanista, mediamente fatalista.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.