I biscotti allo zenzero di Virginia

dsc_0286
La ricetta è tratta da The Hours, il film diretto da Stephen Daldry e tratto dal romanzo di Michael Cunningham. Il sottile intreccio che può legare il cibo alla morte o al desiderio di essa, si rivela in tre donne: Virginia Woolf, Laura Brown e Clarissa Vaughan.
Oggi abbiamo scelto I biscotti allo zenzero di Virginia, che la scrittrice vuole offrire con il tè alla sorella e ai nipoti. È affascinante immaginare Virginia Woolf mentre scrive Mrs Dalloway nella sua camera fumosa. E poi immaginarla scendere le scale, arrivare alle cucine, sentire le domestiche che si lamentano del suo individualismo. Entrare e timorosamente ordinare alla cuoca questi biscottini, giusto per far prevalere la propria esile supremazia… Ed ecco che per fare preparare questo dolce, invierà la domestica a Londra, in tutta fretta e contro la sua volontà.
Mentre li gusterete con il tè delle cinque (stiamo pur sempre parlando di Virginia Woolf!), pensate che questo per lei sarà il giorno in cui insieme alla nipote osserverà il passerotto morto e nel quale tornerà a desiderare di vivere nuovamente in città, come confesserà al marito che la ferma alla stazione prima di una possibile fuga.

Ingredienti per la preparazione di circa 50 biscotti:

  • 200 g di Burro
  • 60 g di Zucchero al velo
  • 130 g di  Farina 00
  • 110 g di Maizena
  • 1/2 bustina di Lievito per dolci
  • 50 g di Zenzero candito

ginger-14

Procedimento:

Lascia ammorbidire a pomata il burro fuori dal frigorifero per mezzora.
In una ciotola monta con le fruste elettriche zucchero a velo e burro fino a ottenere una crema. Aggiungi la farina 00, la maizena, il lievito e lo zenzero spezzettato mescolando con un cucchiaio di legno fino a ottenere un composto omogeneo.
Nel frattempo accendi il forno a 180° C. Fodera la teglia del forno con carta oleata. Aiutandoti con una sac-à-poche dal becco largo crea dei biscottini che adagerai sulla teglia. Cuoci per 15/18 minuti o almeno fino a che non avranno preso colore.
Servi con il tè una volta raffreddati.

Debora Borgognoni

Debora Borgognoni

Non si è ancora del tutto abituata a ossigeno e forza di gravità, ma non demorde. Morbosamente polemica, reagisce male agli sgrammaticati.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.