La radio

C’era una volta la radio. L’unico mezzo che avevi per sentire la musica, oggi è diventato un contenitore pieno di tante notizie inutili. Continua

Ah ah ah (caducità)

Ah ah ah (caducità) di Bussoletti. Continua

Prigionieri

Siamo tutti prigionieri della tecnologia di cui non possiamo più fare a meno. Senza i nostri amati gadget elettronici, potremmo anche morire. Continua

Alluìn

“In questa casa si festeggia solo il Carnevale” recita l’adesivo sulla mia porta e, se la notte di Halloween ti permetti di suonare al mio campanello in cerca di un dolcetto, io sono autorizzato a uscire sul pianerottolo e a farti ingoiare il tuo stupido scherzetto. Continua

Di rose, di spine e di bile

La scimmia è un valore aggiunto mentre sei circondato da un palcoscenico di rose, di spine e di bile. E così Attilia Patri parla di invidia al cubo, virando di tanto in tanto sul valore del cambiamento in un Paese che sotto sotto trattiene solo il peggio. Continua

La musica, arte pioniera nella tecnologia

Il 18 marzo 1902 a Milano e ancor più precisamente in un albergo, lo Straf, Enrico Caruso incide l’aria Giunto sul passo estremo dal Mefistofele di Arrigo Boito. Ma come si è evoluta la musica? Dovrebbe raccontarcelo il Viaggiatore, che però latita… chissà cosa starà combinando con la Comtesse! Continua