L’uomo perfetto al Martinitt di Milano

Esiste ancora il miraggio del Principe Azzurro? Le donne si sono fatte più esigenti e l’anima gemella deve avere molto di più. Ma come deve essere questo uomo perfetto? Milena Miconi, Nadia Rinaldi ci dicono che deve essere: bello, ricco, prestante, affettuoso, sensibile, comprensivo, passionale, romantico, disponibile, discreto, accondiscendente, intraprendente ma non troppo, collaborativo, forte ma anche vulnerabile quando serve. Davvero prima o poi l’uomo perfetto solcherà la soglia di casa, che dobbiamo solo continuare a cercare? A un certo punto, però, trovare l’anima gemella sembra un lontano miraggio, una leggenda metropolitana. E intanto l’orologio biologico fa tic-tac.

La domanda diventa però: l’uomo perfetto esiste davvero? Uno che aiuta in casa di buon grado, non ti ammorba con il campionato di calcio, non dimentica gli anniversari, ti ascolta per ore, capisce i tuoi contorsionismi mentali, approva le tue amiche, ti mette sempre al primo posto ma ti lascia libera? Forse, sempre che i pezzi siano tutti disponibili, converrebbe montarlo ad hoc, come un robot impeccabile, che risponde ai comandi, insomma essere degli ingegneri genetici per mettere in un unico uomo tutte queste qualità.

Probabilmente le domande vera non sono se esista l’uomo perfetto o se sia possibile fabbricarlo a nostro piacimento ma se, alla fine, ci piacerebbe davvero e, soprattutto, quanto si pagherebbe per un campione del genere?

La risposte? Al Martinitt di Milano e lo si potrà scoprire dal 30 gennaio al 16 febbraio, compreso se Gianclaudio Caretta potrà incarnarlo.

 

L’uomo perfetto

di Mauro Graiani e Riccardo Irrea, diretto da Diego Ruiz. Con Milana Miconi (Velia), Nadia Rinaldi (Maria Eugenia) Gianclaudio Caretta (Robbi). Produzione La Bilancia.

Scene Mauro Paradiso, Costumi Davide Nisi, Foto Chiara Calabrò, Luci Stefano Valentini.

 

Il Piano strategico di comunicazione realizzato da Fabio Muzzio e dedicato a imprenditori, studenti di marketing e appassionati: per acquistare clicca qui sotto.

Fabio Muzzio

Fabio Muzzio

Comunica per passione o per deformazione, professionista in fermento e dj ormai mancato. Ironicamente umanista, mediamente fatalista.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.