DiarioXY

DiarioXY è la rubrica letteraria dove è possibile la metamorfosi. Chiara Menardo diventa un personaggio immaginario, ogni volta diverso, che prova a infilarsi cinque minuti tra le pagine di un libro, prova a entrare in abiti nuovi. Ne nasce una pagina strappata dal diario di un personaggio letterario, come se fosse vivo, come se fossimo noi.

L’ultima notte di Giuda

Giuda e l’ultimo bacio a Cristo. Il tradimento ha un motivo? In questa inedita interpretazione del Vangelo di Matteo sì. Ed ecco scritta la pagina di DiarioXY.

La testimone

«Non c’è animale più crudele di un uomo nel branco». Il pezzo del DiarioXY rubato a Abasa Mensur. Una donna musulmana.

Forse, un giorno, sulla luna

Essere moglie di un pittore e amare un altro. Il diario XY è di una donna che lascia. Chiara Menardo entra nelle pagine del nuovo romanzo di Murakami Haruki, L’assassinio del commendatore.

La Provvidenza

Abbiamo trovato un pezzo di diario XY di Bastianazzo della famiglia dei Malavoglia. Ma lui è annegato, morto, non c’è più. Chiara Menardo si immedesima in uno dei protagonisti del romanzo verghiano.

Ordini

Ci si può o ci si deve ribellare alla ferocia di un regime? E nel non farlo quale giustificazione si potrebbe dare? Chiara Menardo si intrufola tra le pagine de Le assaggiatrici nella divisa di chi a quella domanda dovrebbe un giorno rispondere.

Le zie

Lo sapete chi sono le zie? E zia Lydia la conoscete? Chiara Menardo si intrufola nei pensieri di chi si deve occupare delle ancelle. Una nuova pagina del Diario XY dedicato a The Handmaid’s Tale.

Phoenix

Il mito della fenice in una pagina di diario: cos’è l’eternità? Di Chiara Menardo.

La ragazzina che danza

Clarisse McClellan ha diciassette anni e scrive la sua pagina di DiarioXY. Da Farenheit 451 di Ray Bradbury, una riflessione incredibilmente attuale di Chiara Menardo.

L’indovino

Itaca di Konstantinos Kavafis è una struggente poesia sul senso del viaggio. La pagina di DiarioXY è di un Odisseo che si perde e si ritrova.

La più bella di tutte

Il diario è della più bella burattina di Mangiafuoco, che senza un gamba perde la bellezza e viene lasciata in un angolo polveroso e buio. Solitudine, apparenza e mancata appartenenza, senso di inutilità: Chiara Menardo ne indaga le pieghe.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.