Sospesa

Il racconto quarto classificato di FrammentiAvari#2 – Oliviero Toscani
di Yami

Bianco, Nero.

Chiaro, Scuro.

Yin, Yang.

La sua anima era un binomio danzante che osservava ogni cosa attraverso due finestre pronte a spalancarsi sul mondo per assetarsi delle sue novità e divorarne i segreti.

Due verità di due realtà parallele che si incontravano, si intrecciavano e si scontravano, delineando le molteplici sfaccettature della sua essenza.

E così, tutto l’universo si svolgeva davanti ai suoi occhi, alimentato da una fervente attività celebrale, mentre il suo corpo restava inerme, come cosa abbandonata, in quel letto d’ospedale.

Sospesa tra Giorno e Notte. Luce e Tenebre. Realtà e Immaginazione. Sogno e Illusione.

Con gli occhi spalancati nell’eterna attesa d’un sorprendente ignoto.

 

 

Debora Borgognoni

Debora Borgognoni

Non si è ancora del tutto abituata a ossigeno e forza di gravità, ma non demorde. Morbosamente polemica, reagisce male agli sgrammaticati.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.