Ottanta

 

ti ricordi? Ero quello che stava

vicino a una finestra di imbarazzi

mentre tu avevi il tacco leggero

di chi ha finito tutti gli esami

vinto dal blu casual dei tuoi jeans

ti ho invitato a bere un calice

e tenevo su le carte fino agli occhi

tu giocavi con la sera

aveva un carico da buttare

uno e ottanta per ottanta chili, biondo

Francesco Balasso

Francesco Balasso

Spreme la lirica, sparge parole a coriandoli, amalgama le ombre del salotto, taglia l’aria alla julienne, aggiunge amori invisibili q.b.

2 commenti

  • Giovanni Odino
    Giovanni Odino
    30 Luglio 2019 a 19:32

    Mi piace molto. Sembrano due versi buttati lì, ma è difficile scrivere qualcosa con questa leggerezza.

  • Francesco Balasso
    Francesco Balasso
    31 Luglio 2019 a 00:24

    Ti ringrazio Giovanni, le tue parole mi hanno davvero fatto piacere! Ho provato a rendere “poetico” un pensiero quotidiano, cercando di levare il peso che a volte la lirica si porta appresso. Complimenti per il tuo acume analitico.

Leave a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.