All posts by

Manuela Capotombolo

Finché morte non ci separi

Finché morte non ci separi o finché quarantena ci unisca.

Sballo da sola

La quarantena per le madri? Da Brava, brava…

Fumo rosa

Un frammento poetico che trae ispirazione da Henri de Toulouse-Lautrec. Di Manuela Capotombolo.

Intermittenze

Una sceneggiatura, scritta da Madame B., il futuro e il passato che si incontrano con un ritmo scandito dalle frasi perentorie. Sembra di essere davvero dentro una geometria alla Mondrian. Una StoriaSuperba di Manuela Capotombolo.

La luna di Judith

L’opera di Gustav Klimt, Judith II, ispira La luna di Judhit, un frammento avaro di Manuela Capotombolo.

A tempo di Camembert

Salvador Dalì e il Camembert: cosa li lega? Una storia superba di Manuela Capotombolo.

Segreto di signora

Nel mese di Ludovico Carracci, Manuela Capotombolo scrive un FrammentoAvaro ispirato alla sua opera Ritratto di vecchia.

Sul filo del rasoio

Manuela Capotombolo tocca un tema delicato. Siamo donne, madri, mogli, professioniste, e dobbiamo portare tutti questi ruoli senza tentennare.

A mio marito. Silenzio.

Una lettera arrabbiata, di una donna arrabbiata. È per un marito. Da leggere tutta di un fiato. La scrive Manuela Capotombolo, alla quale diamo il nostro benvenuto in redazione.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.