Immortale Amata…

Ludwig van Beethoven le scrive La lettera all’amata immortale (tre lettere datate 6 e 7 luglio 1812 e scritte alle Terme di Teplitz in Boemia). Ancora oggi l’identità dell’amata è sconosciuta, cosa che rappresenta il maggior enigma dei biografi di Beethoven. Chiara Menardo però ne stila una risposta, attraverso una pagina del DiarioXY della donna, e la fa rivivere.

La mia bambina

Smetti di vivere, non dormi più, hai sempre le orecchie tese a catturare il minimo rumore sospetto. Con un’auto nuova la tua vita diventa un inferno.

Difendi il fanciullino

Una serie di riflessioni dettate dal “fanciullino” che è in ognuno di noi e che spesso viene lasciato sopire. Ma se ci chiedesse solo di lasciarci andare alla nostra vera essenza fatta di sogni e ideali?

Lo sformato dell’Architetto Rambaldo Melandri

Tratto da Amici miei, lo sformato… sformato dell’Architetto Rambaldo Melandri.

Melancolia

Una stanca proiezione in un immediato futuro, azioni lente, mentre il blu dipinge l’immagine che man mano va creandosi. Melancolia è una poesia di Ada Maria Incollà.

Aladino e la lampada meravigliosa: il musical

Al Teatro della Luna il 13 ottobre 2018 c’è stata la Compagnia del Villaggio con il musical Aladino e la lampada meravigliosa. La nostra inviata speciale ha solo dieci anni, ma leggendo il suo commento a caldo dobbiamo ammettere che promette davvero bene!

Cupio dissolvi

Cupio dissolvi come autodistruggersi. Blu come riverbero della notte. Accidia come goccia d’acqua annoiata. La poesia di Luisa Sisti vince la prima tappa della maratona di concorsi PoesieSuperbe, Blu come Accidia.

Un mondo a colori

Mary Empatika ci invita a risvegliare i nostri sensi, sopiti dal grigiore della quotidianità, lasciandoci andare all’energia che i colori intorno a noi sono in grado di donarci.

Scarpe nuove

Non vogliono diamanti. Non desiderano un mazzo di rose rosse. Non cercano un weekend a Venezia. Non sognano la stanza dei giochi di 50 sfumature di grigio. Le donne vogliono solo un paio di scarpe nuove.

L’ultima storia

Il 5 ottobre dell’assegnazione del Premio Nobel per la Pace a Nadia Murad e Denis Mukwege: oggi Attilia Patri riflette su crimine collettivo (la guerra) e crimine privato (lo stupro) con riferimenti a “La ciociara” di Moravia.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.