All posts by

Gianluca Papadia

Dabbawala

I dabbawala indiani sono gli addetti al trasporto dei contenitori per il pranzo. A Napoli non avrebbero mai trovato lavoro. A Napoli la marenna è una cosa sacra e nessuno può toccarla.

Prigionieri

Siamo tutti prigionieri della tecnologia di cui non possiamo più fare a meno. Senza i nostri amati gadget elettronici, potremmo anche morire.

Segnali

Ignoriamo i segnali che il nostro corpo ci manda, non perché siamo troppo orgogliosi per accettarli ma perché non siamo stati programmati per percepirli. Il nostro cervello pensa sempre di avere quindici anni.

Black Friday

Il nostro inimitabile Black Friday.

Moglie e buoi

Mogli e buoi dei paesi tuoi, diceva mio nonno. O meglio, il nonno di Gianluca Papadia.

Checklist

Se la tua checklist inconscia dei pericoli supera le 8 voci allora sei un panofobico cronico. Il personaggio di Gianluca Papadia è un po’ Napalm51, un po’ complottista, molto italiano.

Alluìn

“In questa casa si festeggia solo il Carnevale” recita l’adesivo sulla mia porta e, se la notte di Halloween ti permetti di suonare al mio campanello in cerca di un dolcetto, io sono autorizzato a uscire sul pianerottolo e a farti ingoiare il tuo stupido scherzetto.

Generazione taxi

Con la nascita di un figlio, realizzi uno dei sogni che avevi da bambino: guidare un taxi.

La mia bambina

Smetti di vivere, non dormi più, hai sempre le orecchie tese a catturare il minimo rumore sospetto. Con un’auto nuova la tua vita diventa un inferno.

Scarpe nuove

Non vogliono diamanti. Non desiderano un mazzo di rose rosse. Non cercano un weekend a Venezia. Non sognano la stanza dei giochi di 50 sfumature di grigio. Le donne vogliono solo un paio di scarpe nuove.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.